#01 Peony Dress Colette Patterns & Dsquared2 printed fabric birds

by Ladulsatina
Peony Dress Colette Patterns

Ciao a tutti,
Questa è la mia primissima esperienza di cucito ma anche il mio primo esperimento di blog personale. Due giorni fa ho finito il mio primo vestito homemade e sono davvero molto orgogliosa di essere riuscita a portare a termine il progetto!!

Peony_dress_Colette_pattern_04

Ecco qui il riepilogo:

  • Cartamodello: Peony, Colette Pattern (comprato qui www.urbancut.de)
  • Stoffa: Dsquared2 printed fabric birds (www.supercut.it)
  • Modifiche: maniche accorciate di 19 cm, sbieco rosso sulle maniche, gonna accorciata di 4 cm (a causa di un errore… ne parlerò più avanti).

Peony_dress_Colette_pattern_01

Ma partiamo dal principio…

Qualche mese fa sono capitata per caso, non mi ricordo neanche come, sul sito www.supercut.it e mi sono innamorata delle grafiche delle stoffe proposte sul sito. Ho subito pensato che sarebbe stato bello saper cucire per poter realizzare qualche vestito con quei tessuti. È così iniziata a balenarmi l’idea di imparare a cucire.

I mesi passavano e l’idea continuava a frullarmi nella testa.  Un giorno, a maggio, ho deciso di seguire la mamma del mio compagno in un negozio di tessuti e ho comprato la mia prima stoffa (che non ho ancora utilizzato). Fiorella mi ha anche dato degli utili consigli per accorciare un vestito che era da anni chiuso nell’armadio. Mi sono quindi fatta prestare la macchina per cucire da mia mamma e, dopo essermi fatta spiegare come si accendeva e come si realizzavano i punti base, sono riuscita ad accorciarmi il vestito, realizzando anche la mia prima arricciatura. Nonostante sia stato un piccolissimo lavoro, mi ha dato una grande soddisfazione concluderlo tutto da sola.

Ho quindi provato ad acquistare due libri in italiano per capire come poter realizzare un vestito vero e proprio, ma erano troppo complessi per una principiante come me. Mi sono successivamente buttata su internet e qui mi si è aperto un mondo nuovo: blog, forum, video, mille tutorial. Sempre sul sito di Supercut ho trovato il link al blog www.paunnet.com dove ho recuperato un sacco di info utili. È qui che ho trovato il collegamento a www.urbancut.de, dove ho acquistato il mio primo cartamodello: il modello Peony di Colette Patterns.

Ho scoperto quindi il blog www.coletterie.com e ho comprato il libro The Colette Sewing Handbook di Sarai Mitnick. Il libro e il blog mi sono stati molto utili per capire quali fossero gli strumenti necessari e come iniziare il mio progetto.
Ho acquistato anche alcune stoffe sul sito Supercut.it, tra cui questo tessuto stampato  Dsquared2 che ho adorato sin dal primo istante.

Grazie ai preziosissimi consigli di Paola e Lella, della merceria vicino a casa, e di Sara, del negozio di macchine per cucire a Milano, sono riuscita a capire più nel dettaglio come tagliare la stoffa e come cucire il mio vestito.

Infine ho comprato il mio secondo libro, Love at First Stitch di Tilly Walnes (www.tillyandthebuttons.com), che mi è sembrato utilissimo per i super principianti come me…spiega, nel dettaglio, da come accendere una macchina per cucire a come realizzare un vestito, passando da vari step intermedi.

Letto e assimilato (quasi) tutto è giunto il momento di passare dalla teoria alla pratica! Mi sono fatta coraggio e sono partita.

Prese le misure base (busto, vita, fianchi), ho selezionato la taglia sul cartamodello. Ho riscontrato subito un piccolo problema: le mie misure non corrispondevano a una singola taglia (seno taglia 4, vita e fianchi taglia 2). Essendo la prima volta ho deciso di tagliare tutto in base alla taglia più grande (la 4) e poi fare un modello con un vecchio lenzuolo per capire in che modo adattarlo al mio corpo. Meglio perdere un po’ di tempo in più che fare qualche casino e dover poi buttare tutto…inoltre così ho potuto fare pratica di taglio e cucito prima della versione definitiva. Ho cucito velocemente il tutto e devo dire che già il modellino mi è piaciuto molto. Effettivamente in vita c’era però troppa stoffa.

Ho quindi modificato il cartamodello trasformando in taglia 2 la parte bassa del corpino e la gonna. Ho anche accorciato le maniche di 19 cm, per farle arrivare sopra il gomito. Ho poi tagliato la stoffa con tappetino e cutter.

Ho imbastito il corpino e sono partita con la cucitura. Mi era stato consigliato di utilizzare il Punto Overlock in alternativa allo zig zag, per rifinire in modo simile alla tagliacuci e per evitare il doppio passaggio (dritto e zig zag). Purtroppo, presa dalla fretta di realizzare la prima cucitura e dalla stanchezza (era mezzanotte passata!), non ho probabilmente regolato in maniera corretta la lunghezza e la larghezza del punto e creato un piccolo disastro. Con più calma, la volta successiva, ho studiato il manuale di istruzioni e ho ripassato la cucitura. Il risultato non è proprio bello sul busto, ma ci avrei impiegato troppo tempo a scucire tutto. Per le cuciture successive ho deciso di fare una cucitura dritta e una seconda cucitura con il punto overlock per rifinire i bordi…finchè non diventerò più esperta è meglio così.

Nessun problema invece con lo sbieco rosso sulle maniche… è stato facile, veloce e soddisfacente! Qualche problemino invece nell’attaccare le maniche al busto…le ho trovate un po’ difficili da cucire. Ma alla fine me la sono cavata!

Proprio alla fine, quando mi mancavano ormai solo il collo, la zip e l’orlo della gonna, e quando avevo purtroppo abbassato la guardia, la TRAGEDIA! Mi sono accorta di aver cucito un pezzo di gonna alla rifinitura con punto overlook che univa il corpino alla gonna…e avevo pure già tagliato la stoffa in abbondanza. Risultato: quando ho scucito il pezzettino di gonna collegato alla cucitura ho visto con terrore un bel buco tagliato proprio in mezzo al vestito, 2 cm sotto la cucitura. PANICO!!! L’unica cosa che ho potuto fare, cercando di mantenere la calma, è stato tagliare via tutta la cucitura che univa il busto alla gonna, tagliare ulteriormente la gonna per eliminare il buco (di altri 3 cm, sigh) e cercare di ricomporre il tutto. Non so se fosse il metodo corretto, ma è l’unica cosa che mi è venuta in mente. Per fortuna il risultato non sembra così tragico, anche se le tasche ora sono in una posizione molto più alta rispetto a prima e ho un uccellino azzurro tagliato a metà sulla cucitura, proprio nel centro del vestito.

Peony_dress_Colette_pattern_03

Difficile anche fissare il risvolto sulla scollatura…mi sa che ho un problema con le curve! Comunque leggendo bene le istruzioni del cartamodello e questi due tutorial (http://www.coletterie.com/tutorials-tips-tricks/tutorial-understitching e http://www.tillyandthebuttons.com/2013/02/sewing-neckline-facing.html) sono riuscita a concluderlo in maniera decente. L’unico errore che ho fatto sbadatamente  è stato quello di unire insieme i margini delle spalle del risvolto invece che aprirli in due…in questo modo ho creato troppo spessore sotto le spalle. Ma la prossima volta saprò come fare!

Invece la cucitura della cerniera non è stata così complicata come immaginavo…seguendo passo passo il tutorial http://www.coletterie.com/tutorials-tips-tricks/tutorial-installing-an-invisible-zipper  sono riuscita a superare anche questo senza troppe difficoltà!

Et voilà…eccolo pronto infine!

Peony_dress_Colette_pattern_02

Peony_dress_Colette_pattern_05

Dopo questa prima esperienza posso dire che è fattibile cucire da soli un vestito, senza pretendere la perfezione che è ovviamente impossibile, ma bisogna avere pazienza (tanta tanta pazienza), curiosità e volontà. Io ci ho messo due mesi, da quando ho deciso di cucirmi un vestito al prodotto finale, ritagliandomi ogni tanto la sera dei momenti per studiare e fare pratica. Internet e Youtube aiutano tantissimo, si trovano mille tutorial e video, così come leggere i blog e i libri. Ho trovato particolarmente utili per i principianti quelli segnalati sopra (The Colette Sewing Handbook di Sarai Mitnick e Love at First Stitch di Tilly Walnes, che contengono entrambi dei cartamodelli molto carini). Utilissimo anche chiedere consigli a chi è più esperto…sfruttate chi già sa cucire o i negozianti, che saranno ben felici di darvi preziosi consigli. Nella pratica, per evitare errori, ricordarsi di provare sempre il punto prima di iniziare a cucire, almeno nei primi lavori, e fare un po’ di prove con lunghezza e larghezza. Fondamentale sicuramente leggere il manuale di istruzioni della macchina da cucire e tenerlo sempre a portata di mano! Ma soprattutto…non abbassare mai la guardia…le cose che ci sembrano più semplici e veloci sono quelle che ci fregano (vedi il mio buco nella gonna!!!).
Peony_dress_Colette_pattern_07

You may also like

7 comments

Sewing Princess 7 Agosto 2014 - 14:28

Complimenti! E’ un bel vestito e non avrei mai immaginato che era il primo capo che cucivi! Molto carino lo sbieco sulla manica.
Spero proprio che il cucito diventera’ una passione anche per te!

Reply
LaDulsaTina 7 Agosto 2014 - 14:33

Grazie mille!! :) Non è stato per niente semplice ma sono proprio contenta di essere riuscita a realizzarlo. Non vedo già l’ora di cucire il prossimo :)

Reply
Marilù 7 Agosto 2014 - 23:22

Come primo capo………. vai alla grande!
Continua così.

Reply
LaDulsaTina 8 Agosto 2014 - 10:05

Grazie mille Marilù!!! Al prossimo vestito :)

Reply
MfC 20 Agosto 2014 - 20:26

Bravissima!!!! Voglio provarci pure io! Certo che ripercorrere ad uno ad uno i link che ti sei cercata tu, mi ricorda vagamente quando studiavo sui tuoi appunti…

Reply
Sabrina 29 Ottobre 2014 - 11:28

Complimenti! Davvero un bel vestito.
A presto
Sabrina

Reply
LaDulsaTina 29 Ottobre 2014 - 13:04

Grazie mille Sabrina!! :) a presto!

Reply

Leave a Comment